Telecolor Impianti

Google

Crea Sito Web con
Euweb.it

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Lettera I
INFORMAZIONI LEGALI

DPR 29/3/1973 n.156









(T.U. delle disposizioni in materia postale e di telecomunicazioni)

ART. 232 “Il proprietario o il condominio non può opporsi all’appoggio di antenne, di sostegni, nonché al passaggio di condutture, fili o qualsiasi altro impianto nell’immobile di sua proprietà occorrente per soddisfare le richieste di utenza degli inquilini o dei condomini (……) Il proprietario è tenuto a sopportare il passaggio nell’immobile di sua proprietà del personale dell’esercente il servizio che dimostri la necessità di accedervi per l’installazione, riparazione e manutenzione degli impianti di cui sopra.
Nei casi previsti dal presente articolo al proprietario non è dovuta alcuna indennità”.













(Istituzione dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo)

ART. 3 comma 13 A partire dal 1° gennaio 1998 gli immobili, composti da più unità abitative di nuova costruzione o quelli soggetti a ristrutturazione generale, per la ricezione delle trasmissioni radiotelevisive satellitari si avvalgono di norma di antenne collettive e possono installare o utilizzare reti di cavo per distribuire nelle singole unità le trasmissioni ricevute mediante antenne collettive. Entro centottanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge i comuni emanano un regolamento sull’installazione degli apparati di ricezione delle trasmissioni radiotelevisive satellitari nei centri storici al fine di garantire la salvaguardia degli aspetti paesaggistici.





LEGGE 31/7/1997 n.249



LEGGE 20/3/2001 n.66







l’art 2 bis stabilisce che “….al fine di favorire lo sviluppo di radiodiffusione da satellite, le opere di installazione di nuovi impianti sono innovazioni necessarie ai sensi dell’art. 1120, primo comma, del codice civile. Per l’approvazione delle relative deliberazioni si applica l’art. 1136, terzo comma, dello stesso codice.….basta la maggioranza assembleare di un terzo del valore millesimale dell’edificio per le opere di installazione dei nuovi impianti centralizzati considerati “innovazione necessaria”.”
Il concetto di “innovazione necessaria”, che il legislatore utilizza per parlare dell’antenna satellitare, è connesso da un lato alla libertà all’informazione, costituzionalmente riconosciuta e garantita, e dall’altro all’evoluzione multietnica della società, e quindi alla necessità del cittadino, italiano e non, di ricevere notizie da qualsiasi Paese. Si tratta quindi di una spesa necessaria per la completezza dell’informazione.

 

HOME | CHI SIAMO | DOVE SIAMO | CONTATTI | FAQ